Bande elastiche per total body: migliori prodotti di Luglio 2021, prezzi, recensioni

Trovare il giusto accessorio che aiuti a migliorare il proprio allenamento a corpo libero potrebbe non essere così semplice. Tuttavia, oggi, sul mercato sarà possibile acquistare dei prodotti estremamente versatili e che bene o male sono in grado di adattarsi al meglio anche per le più disparate necessità.

Che siate atleti professionisti, o semplici sportivi occasionali, un accessorio pratico e comodo come le bande elastiche per il fitness, potrebbero rivelarsi quello vincente e che si presta meglio al raggiungimento dei vostri obiettivi. Tra i maggiori punti di forza, di certo, non potremmo non considerare il prezzo vantaggioso. Oltre a ciò, vantano un’elevata reperibilità e la possibilità di eseguire esercizi in modo graduale e in crescendo.

Nel seguente articolo, quindi, valuteremo quali siano le caratteristiche e le peculiarità che stanno alla base di uno degli accessori attualmente più acquistati anche per lo sport in casa. Scopriremo tutto ciò che di più utile c’è da sapere in merito alle bande elastiche adatte soprattutto per un allenamento total body. Perciò non perdiamo altro tempo e vediamo insieme i dettagli più rilevanti!

Bande elastiche per total body? Di che si tratta?

Di bande elastiche in commercio ne esistono davvero di tanti modelli. Ma c’è un perché alla base di ciò. Le bande elastiche è un accessorio che è in grado di adattarsi a quasi tutte le tipologie di utenti che necessitano di un attrezzo che migliori il proprio allenamento a corpo libero. Che si tratti di persone già pratiche o di principianti, le bande saranno utili a migliorare diversi aspetti del nostro esercizio fai da te, soprattutto se ciò che cerchiamo è l’aumento della forza fisica e la tonificazione muscolare.

     

I vantaggi di utilizzare le bande elastiche sono diversi. Prima di scoprirne qualcuno, sarebbe opportuno inquadrare quali siano i modelli più facili da reperire in commercio. Vediamone qualcuno in elenco:

   

  • Bande elastiche singole. 
  • Fasce elastiche circolari vendute in kit. 
  • Bande elastiche con all’estremità delle maniglie.

   

Ognuna di queste tipologie, si presta più o meno bene al tipo di allenamento che andremo a svolgere. L’esercizio generico total body si presta perfettamente all’uso delle bande elastiche, anzi a detta di moltissimi esperti di fitness, potrebbe addirittura rivelarsi un accessorio a dir poco indispensabile se si ha la necessità di una resistenza su cui apporre un determinato sforzo.

In poche parole, le bande elastiche, sono un interessante sostituto dei pesi e dei bilancieri, col vantaggio di non ingombrare troppo spazio, di essere più economici e soprattutto di essere facili da conservare quando si finirà la sessione di allenamento.

Come si determina la resistenza di una fascia elastica?

Veniamo al punto più interessante. Come abbiamo già sottolineato, ogni fascia avrà in sé un proprio livello di resistenza, che ne determina il necessario sforzo da parte dell’utente per eseguire con essa una vera e propria trazione. Generalmente, nel mondo delle fasce elastiche, la resistenza si individua in base al colore e alla dicitura riportata su uno dei lati della fascia.

Potremmo ipotizzare una sorta di “regola dei colori” ovvero, più il colore della fascia sarà di toni chiari, minore sarà la resistenza che opporrà e quindi eseguire un movimento con essa non necessiterà di grandi sforzi. Al contrario, se la fascia ha un colore più scuro, la resistenza intrinseca sarà maggiore e quindi ciò si traduce in maggiore sforzo e più efficacia.

Ma non sono solo i colori a determinare la resistenza, in quanto la dicitura riportata sarà già indice effettivo di identificazione della fascia e della sua resistenza. Le più blande partono da 1,5 o 3 kg circa. Per poi, chiaramente, avanzare sempre di più in termini di “peso”. In ogni caso, sarà importante anche valutarne lo spessore. Più sarà spessa la fascia, altrettanto maggiore sarà la resistenza.

Quali sono i benefici che si otterranno con delle bande elastiche?

Se è un allenamento total body che stiamo cercando, questo di certo sarà un valido alleato da avere sempre con noi ad ogni sessione. Ma vediamo più nel dettaglio quali siano i maggiori benefici e le numerose migliorie che otterremo:

  • Miglioramento della resistenza allo sforzo. 
  • Tonificazione muscolare. 
  • Gambe e braccia verranno rassodate. 
  • Migliora la condizione e la salute della colonna vertebrale.
  • Utile per accrescere la propria elasticità.

   

Ma non è tutto! L’uso di bande elastiche è molto utile in moltissime attività quali: crossfit, yoga, pilates ecc. Sono utilizzate anche in ambito fisioterapico, in quanto aiuteranno i muscoli a riprendere la giusta mobilità se si sono subiti infortuni o magari operazioni.

Qual è la migliore scelta? Esiste il modello perfetto?

La risposta è no. Non esiste un modello perfetto, in quanto ognuno di essi potrà considerarsi valido solo se rapportato al giusto allenamento e a quali sono i nostri obiettivi. Esistono però soluzioni più pratiche e meno pratiche, ma ciò non ne definisce un migliore o peggiore. Se ad esempio non siamo molto pratici con le bande elastiche, l’ideale per cominciare sarebbe l’acquisto della fascia singola, molto semplice da regolare in lunghezza e versatile per moltissimi esercizi.

Anche quelle circolari sono ottime soluzioni, tra l’altro le più sicure e resistenti. Con queste non rischieremo nessun contraccolpo o frustata. Inoltre, proprio co quelle di tipo circolare, sarà fattibile anche eseguire degli esercizi da sdraiati, in particolare per ciò che riguarda la parte inferiore del corpo.

Prezzi e costi di mercato per le bande elastiche adatte al total body.

Il prezzo delle fasce, il più delle volte è da tradursi in un kit vero e proprio. Soprattutto se si opta per il modello circolare, sarà quasi sempre venduto con almeno 5-6 fasce per confezione ed il costo non supererà quasi mai i 25 euro circa. Come anticipato, questo è un accessorio davvero economico.

     

Sarà importante però valutare l’acquisto solo di prodotti che ne accertino una buona qualità e l’ottima resistenza. Il lavoro che andremo a svolgere con le bande non sarà certo di poco conto. Ecco che del buon lattice resistente o silicone robusto, potrebbero essere la giusta soluzione. Mirate ai kit con più fasce possibili, così da avere un raggio di scelta maggiore e gradi di resistenza superiori.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publishing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
miglioriaccessoriperlosport.it