Corda per saltare professionale: migliori prodotti di Settembre 2021, prezzi, recensioni

Oggi l’attività fisica fai da te è una soluzione particolarmente gettonata. Che sia la mancanza di tempo, troppi impegni o la non inclinazione a frequentare palestre; attualmente moltissime persone prediligono fare sport in modo autonomo e senza dover per forza far riferimento ad una struttura. Per venire in contro a questo concetto, è bene conoscere quali possano essere le attività fisiche efficaci e complete per ottenere comunque dei discreti risultati. Esistono? Stiamo a vedere!

Nel seguente articolo, approfondiremo l’argomento che riguarda l’uso della corda. Questo è uno strumento molto utilizzato sia da principianti che da professionisti. Il motivo è molto semplice! La corda è in grado di coinvolgere gran parte dei muscoli ed è capace di tonificare il corpo dopo un tot di tempo, garantendo risultati a vista d’occhio. Volete saperne di più? Scopriamo insieme tutto ciò che di più utile c’è da sapere in merito a tale strumento.

Perché scegliere l’utilizzo della corda?

Molti si ricorderanno di vecchi giochi d’infanzia; saltare la corda è sempre stato del resto un’attività anche ludica e non solo sportiva. Tuttavia se ci si appresta ad analizzare l’efficacia di tale attrezzo sotto un punto di vista professionale, ci accorgeremo che grazie al suo utilizzo, è possibile ottenere risultati persino sorprendenti.

Come già anticipato, questo è uno dei metodi più scelti per l’attività fai da te. Se si vuole perdere peso, tonificare i muscoli o migliorare i riflessi e l’agilità complessiva, saltare alla corda non deluderà certo le vostre aspettative!

Ma il quesito a questo punto sorge spontaneo, sono tutte uguali le corde? Cerchiamo di capirlo insieme.

Ogni corda ha peculiarità e caratteristiche diverse!

Ebbene, la corda per saltare, oggi sul mercato è disponibile in diversi materiali. Ognuno, per logica, ha delle proprie caratteristiche che in base alle specifiche necessità risulterà essere più o meno adatta. Ma vediamo subito quali sono i materiali più comuni.

  • Cotone.
  • Pelle.
  • Nylon.

Questi risultano essere i materiali di facile reperibilità. Scopriamo le peculiarità di ognuno di essi.

Corda in cotone o tessuto.

Una corda in tessuto o corda, è quella più economica acquistabile. In generale non si presta molto ad un utilizzo di tipo professionale oppure agonistico, anzi. Risulta appropriata se la priorità più che la prestazione complessiva sia il voler risparmiare. Inoltre è meglio puntare su questa tipologia, solo se siamo principianti e non ricerchiamo alte velocità da raggiungere. Data la notevole leggerezza, sarà pressoché impossibile! Non ha una buona resistenza nel tempo.

Corda in pelle.

Se siamo alla ricerca di un’elevata qualità di attività aerobica e anaerobica, questa per certo è la corda che fa al caso nostro. La sua pesantezza, permette di raggiungere velocità considerevoli, fattore che assicura sessioni di allenamento intense ed efficaci a 360 gradi. Hanno un prezzo maggiore, ma che si rapporta in pieno alla qualità offerta. Difficilmente sono corde che si aggrovigliano, spezzano o sporcano. Ecco che volendo fare un buon investimento, sarà sicuramente l’acquisto migliore!

La corda in pelle, è particolarmente indicata per uso professionale. Il grado alto di prestazione sarà irrinunciabile se si voglia ottenere il massimo da un allenamento con la corda. In più la velocità farà sì che riflessi ed agilità migliorino a vista d’occhio!

Corda in nylon o materiali sintetici.

Il nylon dal canto suo, è capace di assicurare un buon compromesso tra prestazione e giusto prezzo. Si tratta di un materiale certamente superiore al cotone, ma inferiore alla pelle. Si posiziona al centro se così si può dire, ed è ideale per chi è alla ricerca di un prodotto da poter sfruttare al meglio pur non dovendo spendere grosse cifre. Questo è il caso di appassionati sportivi, saltatori di corda occasionali o per chi non pretende qualità eccessive che non si è in grado di sfruttare appieno. Il peso è ben equilibrato, non sarà né troppo leggero né troppo pesante. Ciò agevolerà anche i principianti o chi non è molto pratico. Sono tuttavia maggiormente indicate per un’attività aerobica e non per una sessione di potenziamento.

Quale scegliere, quindi, per un uso di tipo professionale?

Siete alla ricerca di un prodotto performante? La scelta migliore non potrà che ricadere su una corda in pelle. Come già evidenziato nella precedente analisi, questa è la migliore in assoluto. Garantisce elevatissime velocità e sarà possibile ottenere risultati eccezionali. Chiaramente non è particolarmente indicata per chi volesse risparmiare qualche soldo o per chi non ritiene di saper sfruttare al massimo le potenzialità di tal corda.

Costi per corde professionali.

Per quanto riguarda i prezzi, varieranno essenzialmente per il materiale di costruzione scelto. Parliamo comunque di costi generalmente contenuti e che raramente superano i 40 euro. La soglia minima di spesa si aggira intorno ai 4-5 euro per corde non professionali e di non eccelsa qualità. Sono molto acquistare quelle con corda in PVC e Acciaio. Si consiglia in ogni caso, valutare l’acquisto in base alle proprie necessità ed aspettative di risultati da ottenere.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publishing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
miglioriaccessoriperlosport.it