Valutazioni per scegliere le cinture per allenamento: info e modelli

Di accessori per palestra e per lo sport i generale ne esistono davvero di diverse tipologie e tutte, bene o male, si adattano a determinate discipline o attività nello specifico. Alcuni sono indicati per migliorare l’allenamento e dare una sorta di spinta in più, altri, come quello di cui tratteremo di seguito, sono pensati in termini di prevenzione per cercare, quantomeno, di evitare fastidiosi infortuni. Questo è un aspetto importante da tenere in conto, soprattutto se ci si presta a svolgere sport o comunque allenamenti che metteranno a dura prova il fisico.

Tra i più rischiosi c’è di certo il sollevamento pesi professionale, ovvero il body building. Proprio questa disciplina, necessita in modo indissolubile di accessori e piccoli accorgimenti che assicureranno l’atleta la corretta esecuzione del sollevamento. Le problematiche fisiche, dato l’elevato sforzo, potrebbero essere significative ed è per tale ragione, se in commercio esistono prodotti che aiutano a preservare il corpo da danni irreparabili o in ogni caso non da sottovalutare.

Nel seguente articolo, dopo la precedente ampia premessa, valuteremo e scopriremo i dettagli e le caratteristiche delle cinture per allenamento. Ne vedremo il corretto utilizzo e quando acquistarla. Quindi non perdiamo ulteriore tempo e vediamo di imparare tutto ciò che di più utile ci sarà da sapere a tal proposito!

Cintura per allenamento. Perché indossarla?

Vi starete domandano a cosa effettivamente possa servire una cintura per allenamento. Ebbene erroneamente si è diffusa la convinzione, che le cinture per allenamento servino per bloccare la zona lombare e la colonna verticale. In realtà il suo vero scopo è quello di aumentare notevolmente la pressione intra-addominale, favorendo così una distribuzione della forza e dare maggiore stabilità al rachide.

In poche parole, l’obiettivo essenziale della cintura, è far sviluppare una certo sforzo che non si disperda ma che venga indirizzato dal basso verso l’alto. In questo modo, l’atleta potrà difendersi da possibili lesioni alla colonna o comparse di ernie. Oltre a ciò, la stabilità sarà migliorata e questo agevolerà il sollevamento di pesi estremamente significativi.

Quali materiali costituiscono una cintura da allenamento?

Parlando più nel dettaglio dei materiali di costruzione, generalmente una cintura per allenamento si presenta in cuoio o neoprene con passanti e fori per una migliore regolazione della cintura. Andrà allacciata ben stretta e all’altezza del punto vita. Risulta ideale per i professionisti, quindi la scelta della cintura perfetta non è propriamente una cosa da prendere tanto alla leggera, anche perché un acquisto errato non offrirà alcuna miglioria né tantomeno protezione.

Ecco alcune piccole dritte per indirizzarsi nel giusto acquisto:

  • Materiale robusto e di qualità. Cuoio è tra i più scelti.
  • Altezza minima della cintura almeno una decina di cm.
  • Scegliere la giusta misura per il proprio girovita.
  • Assicurarsi che la fibbia sia ben solida e robusta.

   

Cos’altro c’è da sapere in merito alle cinture per allenamento?

Si potrebbe considera la cintura come un accessorio magico “se la indosso non mi succederà niente e sarò immune da infortuni” purtroppo non è così. Indossare la cintura chiaramente non basta. Quindi perché indossarla? La risposta è semplice.

La cintura è comunque utile per distribuire al meglio la forza implicata nel sollevamento. Tuttavia è sempre buona regola, imparare a gestire al meglio la respirazione. Se indossiamo la cintura ma non siamo capaci, realmente, di starci dentro, allora sarà piuttosto inutile e non ne trarremmo alcun beneficio. Ecco che prima di ogni altra cosa, bisognerà eseguire in modo corretto il sollevamento e solo in seguito, puntare all’accessorio migliore per renderlo impeccabile.

Quindi? Quando conviene acquistare effettivamente una cintura?

     

  • Se sarà necessario sollevare pesi elevati.
  • Per aumentare la propria stabilità.
  • Si è capaci di respirare a livello diaframmatico. 
  • Si ambisce ad allenamenti intensivi e di importante carico.

   

Sono tutte uguali le cinture per allenamento?

In commercio ne esistono davvero diversi modelli, tutti hanno un loro scopo e spesso è associato al tipo di attività che vi andremo a svolgere con essa. Tra le più note e diffuse sul mercato, si evidenziano le cinture specifiche per i body builder ovvero quegli atleti che puntato a sollevamenti di pesi di altissimo carico. Ma non sono le uniche cinture acquistabili.

Se non siete dei sollevatori di peso accaniti, ma vi piace il crossfit ad alto livello, una cintura sarà ugualmente utile anche in questo caso ed è per questo che ne troveremo anche di adatte per il crossfit e allenamenti simili. Alla base, chiaramente, dovrà esserci sempre un sollevamento di pesi, ma nel complesso ci ritroveremo ad eseguire una sessione più varia e dinamica.

Quali esercizi si svolgono comunemente con una cintura alla vita? Ecco qualche esempio:

  • Squat.
  • Stacco.
  • Military Press.
  • Rematori.

   

Questi sono solo alcuni esempi ma le varianti di questi specifici esercizi sono numerosi e tutti, in modo indistinto, possono trarre di certo beneficio se coadiuvati dall’uso di una cintura adatta. In ogni caso, è sempre fondamentale considerare appunto lo scopo. Dopodiché sarà più semplice individuarne il giusto modello.

Quanto costano le cinture per allenamento?

Il prezzo delle varie cinture sul mercato, varierà in base al materiale e alla loro funzione. Determinate cinture, come quelle per sollevamento pesi, che appaiono più robuste e solide, saranno pressoché in cuoio o in pelle ed il costo arriva anche a ben oltre i 50 euro. Tuttavia saranno eccellenti cinture che garantiranno prestazioni e qualità degne di nota. Al contrario, se non necessitiamo di una cintura per sollevamento pesi, ma siamo alla ricerca di un prodotto che si adatti più ad esercizi vari in palestra, il tessuto neoprene richiederà un costo minore, intorno ai 25 euro 35 euro circa.

Consigli pratici: la scelta di una cintura per allenamento non è qualcosa da prendere alla leggere. In essa racchiude una funzione molto importante da cui potrebbe dipenderne persino la salute della nostra colonna vertebrale. Ciò si traduce nel dover assolutamente valutare l’acquisto nel modo più coscienzioso possibile. E sempre del miglior materiale che si abbia a disposizione. Investire qualche euro in più ne varrà per prestazioni migliori ed un confort maggiore. Quindi occhio al materiale e soprattutto a quale sia il reale scopo del vostro allenamento.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publishing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
miglioriaccessoriperlosport.it